Trombamica innamorata: e ora che faccio?

“Quando lei e io diventammo trombamici, sembrava tutto naturale. Io ero single, lei era single, e insomma… Il sesso è una cosa naturale che piace a tutti. Se ci piacevamo fisicamente, perché no? Non c’era impegno, non c’erano appuntamenti, e così come capitava di farsi una pizza al sabato sera, così capitava di farsi a vicenda.

Trombamica innamorataNon era certo un male. Non avevamo gli impegni delle ricorrenze, le date, i doveri, non ci si aspettava niente, se non quello di godersi un bell’orgasmo e una sigaretta. Poi, prendeva la pillola: venirle dentro non era niente male.

Poi però lei… Ha iniziato a chiedere qualcosa di più. Era come capire che nel suo cercarmi per un aperitivo, cominciasse a esserci qualcosa di diverso. Si truccava un po’ di più, si metteva un abitino un po’ più scollato… Non saprei descriverla precisamente, ma lo sapevo.

Lo sapevo, perché era una grande amica, una persona importante, e sapevo che stava cambiando. Mi sembrava di sentirla raccontarmi di quando usciva con quello, e rivedere i suoi racconti in quei modi di comportarsi.


Alla fine, qualche tempo fa, si è dichiarata: tra il sesso e l’amicizia, cominciava a sentire qualcosa di più. Io…”

Il dilemma

Storia come tante, questa, che ti lascia nel dubbio: che cosa fare quando la tua trombamica si innamora di te? In effetti è un ambiente molto difficile, in cui muoversi. Perché se è un’amica, ci tieni all’amicizia – e anche a scopartela, perché se lo hai fatto per un po’ di tempo, è perché ti piace come lo fa e ti piacciono le cose che fa. Ma non avevi certo messo in conto di essere un fidanzato.

Il bivio della storia è semplice: tu scopri che ti stai affezionando ugualmente e si prova a essere una vera coppia (con i rischi di qualsiasi coppia), oppure tu no, non hai minimamente quell’affetto oltre, quell’interesse che lei vorrebbe.

La prima eventualità è appunto molto lineare da risolvere, la difficile è la seconda: come non ferirla, come farle capire che per te non è la stessa cosa, e che pure allontanandola non vuoi ferirla? Oppure continui ad andarci a letto senza scrupoli, perché non si è mai offesa per uno schiaffo sul culo?

Troppe domande e pochissime risposte, è vero, ma questa è la realtà: un manuale standard per uscire da questa situazione, non c’è. Ci sono milioni di variabili in gioco: tempi, affetto, amicizia, amici (perché quando certi eventi colpiscono due, a volte si riflettono anche nella compagnia comune eventuale) e calcolarle tutte. È impossibile.

La scelta difficile

Ma mettiamo caso che si desideri affrontare il discorso con l’intenzione di smettere di andare a letto ma conservare l’amicizia. Prima cosa da fare: essere onesti. Una frase come “Mi piace andare a letto con te, ma non sento oltre l’amicizia e sarebbe un pessimo comportamento farlo ancora” è una frase sì pericolosa, per la sua semplicità, ma se è la verità lascia anche poche vie di scampo e interpretazione.

Sul discorso del mantenere l’amicizia, è chiaro che si possa desiderare continuarla, ma potrebbe essere una buona idea lasciare andare per un po’, permettendole di sbollirla e scaricare il sentimento.
D’altronde, i sentimenti vanno coltivati, e se non viene alimentato.

Magari si passa per lo stronzo che prima aveva la trombamica e se la scopava, ma ora schiva del tutto ogni rapporto, sì. Non perdersi è un percorso molto sottile e difficile da seguire, ma ce la si può fare.

Ma forse, sul lungo periodo, è peggio essere lo stronzo che ha continuato a scoparsela, che ha creduto a un “Ma non è un problema, possiamo continuare a fare sesso come sempre” e ha continuato a farsi fare anche pompini di un certo livello. Anche perché è ben difficile che lei possa uscirne, se si sta affezionando.

Bisogna saper cogliere ogni momento giusto e sperare che vada tutto per il meglio.

Trova online trombamici della tua città

Ricorda che puoi trovare nuovi trombamici e trombamiche nella tua città.
Inserisci la tua email ed entra nella community.